Bundesligatecnici

Today Marks 10 Years Since Satoshi Nakamoto’s Last Public Activity

Oggi è un giorno un po‘ speciale perché segna esattamente dieci anni dall’ultima attività pubblica di Satoshi Nakamoto. L’anno è il 2020, e la principale valuta crittografica del mondo, la Bitcoin, è scambiata a più di 19.000 dollari – un aumento inimmaginabile del suo valore in dollari fin dall’inizio.

BTC è stata considerata l’asset con le migliori performance del decennio, e non mostra segni di rallentamento, soprattutto nell’attuale contesto di una pandemia globale e del potenziale di una grave crisi finanziaria.

È interessante notare che, esattamente 10 anni fa, in questo giorno, Satoshi Nakamoto, la persona (o gruppo di persone) che ha dato inizio a tutto questo, ha lasciato cadere l’ultimo messaggio pubblico prima di scomparire, per non essere più visto.

10 anni fa Satoshi ha fatto la sua ultima dichiarazione

Satoshi Nakamoto è lo pseudonimo del creatore della rete Bitcoin Circuit. Molte persone vorrebbero sapere chi potrebbe essere questa persona (o gruppo di persone), ma a tutt’oggi questo rimane in gran parte sconosciuto.

Quello che sappiamo è che in questa data, nel 2010, Satoshi è stato visto per l’ultima volta attivo sul popolare forum Bitcointalk in una discussione sulla resistenza della rete agli attacchi DoS.

In ogni caso, da allora, il misterioso creatore della più popolare crittovaluta non è mai stato visto. A tutt’oggi, non esistono informazioni pubblicamente disponibili e verificabili che stabiliscano in modo definitivo l’identità di Satoshi Nakamoto.

Ciononostante, alcuni hanno cercato di convincere il pubblico che, in effetti, sono loro i responsabili della creazione di Bitcoin. Il caso più infame è quello di Craig Wright. Fino ad oggi, tuttavia, egli non è riuscito a produrre prove legittime che confermino le sue affermazioni. L’intera comunità è incredulo quando si tratta delle sue dichiarazioni secondo cui egli è Satoshi Nakamoto, e Wright è arrivato al punto di citare in giudizio tutti coloro che sostengono il contrario. Finora, questo non è andato a suo favore.

Cosa sappiamo di Satoshi?

Ci sono alcuni fatti interessanti che potrebbero non essere così popolari su Satoshi, anche se alcune delle cose più interessanti sono in gran parte pubbliche e disponibili per chiunque voglia fare ricerche.

Sappiamo per certo che è stato il suo pseudonimo usato come autore del whitepaper di Bitcoin – un documento che apre la strada a una rete immutabile e resistente alla censura che diventerà in seguito un bene multimiliardario che molti degli investitori più rispettabili del mondo chiamerebbero un’alternativa all’oro.

Tuttavia, a parte alcuni dei tecnici intorno a Bitcoin e il coinvolgimento di Satoshi, non c’è molto da fare. Almeno non fino a poco tempo fa.

Come ha riferito CryptoPotato verso la fine di novembre, la ricerca ha suggerito che le attività di Satoshi Nakamoto svolte dal 2008 al 2010 sono avvenute mentre si trovava a Londra nel periodo in cui BTC è entrata in funzione. Nonostante la „ragionevole fiducia“ che il rapporto afferma di avere, non c’è ancora un indizio sulla sua effettiva identità.

In ogni caso, ciò che è certo è che ci ha lasciato un protocollo che ha già lasciato il segno nel mondo della fintech e che ha guidato un’industria, attualmente popolata da centinaia di migliaia di specialisti, lavorando instancabilmente per fornire alle persone un’alternativa ai sistemi centralizzati.